Banca. Rapina. 400 euro. Qualcosa non quadra

Il ventaglio di caratteristiche dei soggetti che commettono una rapina in banca è molto ampio. A volte ci sarebbe da restare stupefatti della scarsa capacità che dimostrano certi rapinatori improvvisati. In differenti circostanze si verificano episodi che dimostrano la caratura criminale dei rapinatori.

Ma quando il totale del bottino raggiunge la somma di 400 euro, che deve essere spartita tra più complici, si resta stupiti di tale assudità, soprattutto tenendo conto del rischio corso da tutti gli ineteressati.

Cosa si può fare per evitare rapine così assurde? Per prima cosa ci si può interrogare sull’utilità di una filiale così inutile e se non sia possibile eliminare completamente l’uso del denaro, se non attraverso l’uso degli ATM. Il tema è aperto, contiamo di ritornarci più avanti.

 Sul sito La Provincia di Cremona, riportiamo un articolo sui fatti:

Rapina in banca, 400 euro di bottino

Colpo alla Banca Cremonese di Credito Cooperativo

CASTELVETRO PIACENTINO – Rapina alla Banca Cremonese di Credito Cooperativo che ha sede in piazza Saragat. Due uomini hanno preso di mira l’istituto bancario al quale sono giunti su un’auto rubata poco prima a Cremona. Uno dei due è rimasto sulla vettura, l’altro è entrato in banca e ha intimato al cassiere di dargli i soldi disponibili in cassa, 400 euro con i quali è fuggito. Il malvivente … avrebbe forse utilizzato un taglierino.

 30 ottobre 2014

Corsivo di Prevenzione Rapine e Furti

Facebookyoutube
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pubblicato il: 31 ottobre 2014 alle 12:45 am

CLOSE