Pistola vera, ma gioielliere non ci crede…

Pistola vera, ma gioielliere non ci crede...
Un uomo armato di pistola entra e impone al gioielliere (una donna) di riempire un sacchetto con preziosi, ma la titolare, non credendo che l’arma sia vera, gli intima di uscire. A quel punto il rapinatore spara un colpo di avvertimento, fortunatamente non addosso alla responsabile. Questo è quanto accaduto oggi pomeriggio in un esercizio ...

Uno solo. Tre rapine in un pomeriggio. Esito scontato

Uno solo. Tre rapine in un pomeriggio. Esito scontato
Tre rapine (tentate o immaginate) in un solo pomeriggio. Con ogni probabilità il predatore, autore di questa condotta, era alla disperata ricerca di soldi, altrimenti non sarebbe possibile spiegare questo comportamento che non poteva condurre se non in carcere. (altro…)

Va al bancomat e si trova trans in macchina!

Va al bancomat e si trova trans in macchina!
Quando un trans è insistente, il problema può diventare serio. Di solito non si mescolano aspetti di questo genere all’impiego dei bancomat, ma a volte può essere così, soprattutto in aree dove esiste il mercato sessuale su strada. (altro…)

A carnevale ogni scherzo vale. Si, ma fino a un certo punto!

A carnevale ogni scherzo vale. Si, ma fino a un certo punto!
A carnevale ogni scherzo vale? Dipende se si tratta di uno scherzo, oppure no! Nel caso che vi stiamo per raccontare, un uomo, con addosso una maschera di carnevale e una siringa, ha tentato di rapinare una filiale della Monte dei Paschi di Siena. Fortunatamente non gli è andata come sperava poichè il cassiere, minacciato ...

Canton Ticino. Tentata rapina ad un distributore di benzina

Canton Ticino. Tentata rapina ad un distributore di benzina
Il fatto è avvenuto nel Canton Ticino, nel negozio di un distributore di benzina, peraltro già preso di mira in passato. Un rapinatore, a volto coperto e armato di pistola ha fatto irruzione all’interno, minacciando la cassiera. Quest’ultima, ha però fatto scattare l’allarme (molto probabilmente attraverso un pulsante posto sotto il bancone della cassa – ...

Mi hai licenziato? E io rapino la mia ex banca!

Mi hai licenziato? E io rapino la mia ex banca!
…eh si! Ogni tanto se ne vedono delle belle! Ma il caso che vi riportiamo è veramente sorprendente perchè un ex direttore di banca, licenziato quattro anni fa (evidentemente qualcosa non funzionava da allora…) è stato arrestato in flagranza mentre stava compiendo una rapina con un taglierino e una pistola (finta) proprio nella ex filiale ...

Berretto da romanista, coltello in mano: preso!

Berretto da romanista, coltello in mano: preso!
Chissà se il predatore che ha compiuto una rapina in farmacia a marzo scorso sia effettivamente un tifoso della Roma, o se quel berretto da romanista sia stato calzato dall’uomo sulla testa solo allo scopo di camuffarsi. (altro…)

Quando il taccheggio finisce in tragedia

Quando il taccheggio finisce in tragedia
Non sempre le odierne cronache che ci parlano di continui arresti delle Forze dell’Ordine a carico di taccheggiatori, finiscono con una tenue condanna da parte del giudice. A volte, invece, il fatto finisce in tragedia. (altro…)

Quando il boss è falso, la paura è vera

Quando il boss è falso, la paura è vera
E’ sorprendente come dei giovani comunque maggiorenni siano stati turlipanati da un sedicente “boss”, il quale ha costretto le vittime, tutti studenti univarsitari, a riscuotere al bancomat delle somme di denaro sotto la minaccia dell’azione di una inesistente banda di complici. (altro…)

Twitta, twitta, che ti passa (in carcere)…

Twitta, twitta, che ti passa (in carcere)...
Il rapporto tra social network e crimine deve ancora essere indagato come sarebbe giusto, anche se è chiaro che la necessità di apparire sul web dei predatori, spesso, li mette nei guai. Così il figlio di El Chapo» Guzmán, il più famoso narcotrafficante del mondo, non ha saputo astenersi dal twittare una foto sul suo ...
CLOSE