ALLARME VIOLENZA

CRIMINALI CHE SPARANO E CRIMINALI CHE PICCHIANO

01_guardia_ferita3Nello scorso numero del Notiziario abbiamo riferito del tragico episodio di Marino (RM), in cui una Guardia Giurata è stata colpita da un proiettile sparatogli a bruciapelo da un rapinatore davanti all’ingresso di una banca (foto a fianco). L’1 marzo 2013 altri banditi hanno sparato ad altre Guardie a Roma davanti alla Banca Popolare di Sondrio (in quell’episodio fu uno dei rapinatori ad avere la peggio). Altre sparatorie sono state ingaggiate contro addetti al trasporto valori (vedi notizia 15 del Notiziario 54 e altre in precedenza). Ma a fianco di questi episodi, che sono senz’altro i più gravi, negli ultimi tempi se ne stanno verificando altri di violenza fisica nei confronti di dipendenti bancari e di clienti, e il fenomeno non è assolutamente da sottovalutare.

01_2013_05_24_Avellino_ferito_2

 

CLIENTI E DIPENDENTI PRESI A PUGNI

01_2013_05_24_Avellino_ferito_1Il 7 maggio 2013 a Saonara (PD) due malviventi hanno rapinato la BCC Sant’Elena. In fase di fuga uno dei due ha tirato un pugno ad un malcapitato cliente, che ha poi dovuto ricorrere alle cure mediche.

Il 23 maggio 2013 un altro episodio di violenza si è verificato presso la Banca Popolare di Puglia e Basilicata ad Avellino. Qui tre malviventi hanno rapinato la banca (circa 10.000 euro). Poi sembra che uno dei tre si sia impossessato dell’Iphone di un’impiegata ed abbia tentato di portar via il Rolex di un dipendente. Ne è nata una zuffa e il dipendente ha rimediato un cazzotto sul naso (foto a fianco).

 

TOCCATE TUTTO MA NON GLI OGGETTI DI VALORE DEI DIPENDENTI !

01_titoliCiò che è accaduto ad Avellino può essere sintetizzato nel titolo di questo box. Ma la reazione nei confronti dei banditi è giustificata solo in caso di legittima difesa, non per difendere i propri beni: l’incolumità fisica vale più di un orologio o di un telefono!

Eventualmente un quesito interessante da porre a Banche e Assicurazioni è il seguente: cosa prevedono le polizze BBB in caso di furto di oggetti appartenenti a dipendenti e clienti? Questi casi sono talmente rari che dovrebbe essere facile poterli assicurare, dando maggiore serenità e tranquillità a chi lavora allo sportello e ai clienti della banca.

 

LO SCHIAFFO ALL’IMPIEGATO E LA PREOCCUPAZIONE DEI SINDACATI PER LA DIFFUSIONE DI ATTI DI VIOLENZA

01_schiaffoIl 23 maggio 2013 tre uomini hanno tentato di rapinare la Banca Popolare di Pesaro a Montecchio (PU). Poichè i soldi erano temporizzati se la sono presa con un impiegato e lo hanno schiaffeggiato, ritenendo che fosse responsabile della mancata fuoriuscite del danaro.

Altre due rapine con manifestazioni di violenza sono descritte alla notizia 18 e alla notizia 20

Tutti questi episodi, più o meno violenti, non potevano non allarmare i sindacati bancari. Per tale motivo FABI ha tenuto a Milano il 12 giugno 2013 un interessante convegno sull’argomento (vedi locandina qui sotto).

01_fabi

Facebookyoutube
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pubblicato il: 31 agosto 2013 alle 12:40 pm

CLOSE