Furto in tabaccheria. Ritorna il tema: protezione del guscio

Classico furto in tabaccheria in piena notte. Ecco un classico caso di  mancata “protezione del guscio”. In questo caso i ladri sono entrati sfondando una vetrata laterale della porta d’ingresso dell’esercizio commerciale, portando via stecche di sigarette, uno scambia monete, il fondo cassa e dei soldi che erano dietro il bancone (come mai i soldi non sono stati depositati in banca dopo la chiusura del negozio?).

Immagini di repertorio a cura di PRF

Immagini di repertorio a cura di PRF

Pochi giorni fa avevamo pubblicato delle notizie simili (qui, qui, qui e qui) specificando l’importanza della protezione  perimetrale totale. Spesso, ci si preoccupa di più di proteggere l’interno (tramite ad esempio un sistema di allarme) che il perimetro che si affaccia all’esterno.

Dovrebbe essere, però, il contrario. In concetto è semplice: se si riesce a non far entrare i ladri, il colpo non va a segno. 

Nel caso in questione, la vetrata di sicuro non era antisfondamento. L’articolo riferisce, inoltre, della presenza di paletti messi a protezione della vetrata che risultano essere stati staccati. Di sicuro non erano adatti come dissuasori antisfondamento, seppure il problema l’esercente se le era posto, ma lo aveva risolto male.

Dal sito iltirreno.gelocal riportiamo l’articolo di Giacomo Bertelli:

Tabaccheria devastata dopo un furto

A Certaldo i ladri hanno portato via stecche di sigarette e soldi di Giacomo Bertelli

CERTALDO. Furto nella notte intorno alle 2.30 di mercoledì 17 alla tabaccheria … Rubate stecche di sigarette, uno scambia monete, il fondo cassa e soldi che erano dietro il bancone. Danni ingenti per il locale che è stato attaccato non dalla porta d’ingresso ma su una vetrina laterale, dove sono state staccati dei paletti messi a protezione d ella vetrata.

I ladri hanno aperto una breccia nella vetrata e sono entrati nell’attività. Immediato il suono dell’allarme ma ai malviventi sono bastati pochi minuti per sottrarre un ingente bottino. … I paletti sono state poi gettate a pochi passi dal locale, completamente piegati. In pratica da buttare. Un colpo che è stato realizzato con la complicità di più persone dotate di attrezzi professionali. Risparmiate le slot all’interno del locale, i ladri hanno cercato di portar via, oltre ai soldi trovati in quegli attimi, tutto ciò che potesse avere valore.

Nessuno dei vicini pare abbia sentito rumorinonostante la zona sia ad alta densità residenziale. …

Corsivo di Prevenzione Rapine e Furti

Facebookyoutube
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pubblicato il: 6 marzo 2016 alle 12:02 am

CLOSE