Furto trasformato in tentata rapina in villa. Predatori fuggono dopo colluttazione

Ecco un caso di un furto trasformato in tentata rapina. Il fatto è avvenuto in una villa aristocratica ubicata nel territorio veneziano, dove due delinquenti sono riusciti ad intrufolarsi all’interno verso l’ora di cena. Non è dato sapere, però, come abbiano fatto ad entrare; sappiamo soltanto che sono entrati da una finestra.

Immagini di repertorio a cura di PRF

Immagini di repertorio a cura di PRF

A quell’ora, non c’era nessuno in casa, ragion per cui i ladri avevano studiato bene il colpo da mettere in atto, non con l’intenzione di compiere una rapina, ma bensì un furto. Fatto sta che il padrone di casa è rientrato (assieme a due collaboratrici) prima del previsto e ha scoperto quello che stava succedendo. Da lì è scoppiata una colluttazione con i predatori che ha provocato, tra l’altro, il ferimento (in modo lieve) di una delle due collaboratrici. Alla fine i ladri sono riusciti a scappare usando le maniere forti.

Da notare il fatto che non sembrerebbe essere stato sottratto alcunchè. Ecco il motivo perchè, pure essendoci state lesioni alle vittime, la rapina è staata solo “tentata”.

Qualche tempo fa avevamo pubblicato un altro caso simile di un furto trasformato in una tentata rapina (lo potete trovare qui). A prescindere da come è andata a finire in questo caso, bisogna riflettere sulle misure di sicurezza (attive e/o passive) della villa. Non sappiamo se era presente, almeno, un sistema di allarme o se è stato disattivato dai ladri o se la finestra da dove sono entrati era aperta oppure no. Il tema rimane sempre quello del risk assessment, non solo per le aziende o le organizzazioni, ma, sia pure in forma meno articolata, anche per i privati. 

Dal sito di veneziatoday, riportiamo l’articolo della Redazione:

Torna la paura in villa: trova i ladri in casa, donna ferita per colpa dei banditi in fuga

Allarme nella prima serata di lunedì in un’abitazione sulla Castellana a Trivignano. Coppia di criminali dal volto travisato viene sorpresa in azione. Per scappare usa le maniere forti

Torna la violenza nel territorio veneziano. Tornano le rapine in casa. Anche se in questo caso i due delinquenti che sono riusciti a penetrare in una villa … in località Trivignano, non avevano messo in conto un corpo a corpo con il proprietario. Di certo, però, non appena si sono visti scoperti non hanno esitato a usare violenza contro la collaboratrice dell’inquilino, un medico 71enne in pensione, poi costretta a sottoporsi alle cure dei sanitari del 118.

L’allarme scatta verso le 19.30 di lunedì: … una coppia di predoni decide di tentare il colpo grosso. Davanti a loro una villa piuttosto signorile … Pensano di poter mettere a segno un colpo pesante, penetrando nel giardino dell’abitazione e poi nella villa stessa. Qualcosa però va storto: il medico in pensione rientra a casa con due collaboratrici e sale in camera da letto per cambiarsi, lì trova i due predoni. Entrati dalla finestra. Ne nasce un parapiglia che attira l’attenzione di una delle due donne rimaste al piano terra, una 39enne. La signora sale le scale per controllare cosa stia accadendo, e nella confusione perde l’equilibrio e finisce a terra. Ferendosi a una mano.

 I banditi, con il volto travisato, capiscono che il piano è saltato e che anzi sarebbero dovuti scappare alla svelta, prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Per questo non hanno esitato a usare le maniere forti. Volano alcuni colpi proibiti, e sarebbe stato proprio per schivarli che la 39enne avrebbe perso l’equilibrio. La coppia, … scappa dalla finestra e raggiunge un’auto di grossa cilindrata che aspetta poco distante, con ogni probabilità con un complice a bordo a far da “palo”. Dopodiché sparisce nell’oscurità, facendo perdere le proprie tracce. Immediato scatta l’allarme alle forze dell’ordine: sul posto interviene la polizia, che raccoglie la testimonianza dei due aggrediti e dirama alle altre pattuglie la descrizione della corporatura dei fuggitivi, mentre i sanitari medicano la ferita alla donna. …
 Corsivo di Prevenzione Rapine e Furti
Facebookyoutube
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pubblicato il: 7 marzo 2016 alle 10:19 pm

CLOSE