Minorenni taccheggiatori: il fenomeno è… trendy!

Purtroppo sta esplodendo il fenomeno del taccheggio dei minorenni nei punti vendita, tanto più se sono esposti prodotti di marchio o di grande richiamo (trendy)  per un pubblico giovanile. Così in una sola giornata sono stati pizzicati più teeenagers, per lo più femmine, in un contesto simile.

ShoplifterTeenWeb

Taccheggiatore minorenne cerca di allontanarsi, interviene il personale dei un negozio – Immagini a cura di PRF

Siamo convinti, al riguardo, che questo fenomeno criminale, oltre che dovere essere affrontato con la dovuta determinazione e costanza, richiederebbe un dovuto approfondimento del contesto sociale e delle cause di tali comportamenti. In particolare, per evitare di cadere nell’ovvietà o nella banalità, ci chiediamo se non sarebbe necessario, in casi come questo, che le forze di Polizia operanti “perquisissero” i profili attivati nei social network (e non solo quelli più noti, ma anche quelli che riguardano il pubblico minorile), per verificare se questo comportamento non fosse già stato commesso in passato, ovvero non addirittura rivendicato o da qualcuno istigato. 

Dal sito della Gazzetta di Reggio, riportiamo un articolo sui fatti:

Baby ladre rubano durante lo shopping

13 settembre 2015Non un caso isolato. Ma due episodi – che si vanno ad aggiungere ai tanti, troppi, che quasi quotidianamente registrano le forze dell’ordine – di taccheggio non per necessità, ma per puro divertimento. …

Il primo episodio è avvenuto all’Oviesse, in pieno centro storico, venerdì pomeriggio. Qui due ragazze di 17 anni, una di Reggio l’altra di Campagnola Emilia, sono state trovate dal personale di sorveglianza con magliette e altri capi di abbigliamento rubati, per un valore di circa 60 euro.Sono stati fatti intervenire gli agenti delle Volanti. Le ragazze sono state riaffidate alle famiglie e per loro è scattata la denuncia al tribunale dei minori, per furto.

Stessa scena poco lontano. Stavolta, teatro di tutto è palazzo Busetti, con il negozio H&M. … in azione sono stati quattro: tre ragazzine e un ragazzo. La più piccola ha 15 anni, i più grandi 17. Ci sono un ragazzo di origine brasiliana ma residente in città, una tunisina anche lei residente a Reggio e gli altri di Campagnola. Si erano messi in tasca bigiotteria varia e magliette. Pensavano di farla franca, nonostante avessero tolto l’antitaccheggio: non avevano fatto i conti con i doppi sistemi di controllo anti-furto e l’attività di sorveglianza nel negozio. …

Il negozio ha provveduto a chiamare la polizia, sul posto sono intervenuti gli uomini delle Volanti che hanno preso in consegna i ragazzini. Sono stati portati in questura per tutti gli accertamenti, soprattutto per avvertire i genitori ai quali tutti quanti sono stati riaffidati.

… Quella dei taccheggi è un’autentica piaga per i negozi del centro e dei Petali, specie per i grandi magazzini. Non di rado, purtroppo, a trasformarsi in ladruncoli sono giovanissimi: un po’ per avere ciò che la famiglia a volte non vuole, o non può; un po’ per gioco, per una prova di coraggio con i coetanei. …

Corsivo di Prevenzione Rapine e Furti

Facebookyoutube
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pubblicato il: 20 settembre 2015 alle 12:24 am

CLOSE