Nuova tecnica: occhio ai distributori di sigarette

Viene dalla Svizzera italiana la notizia che una banda di malfattori ha messo in piedi una tecnica, cioè una metodologia, per svaligiare rapidamente i distributori di sigarette.Peraltro, l’impiego della minifiamma ossidrica (leggete sotto l’articolo) non è una novità.

Si parla di 16 episodi solo ad ottobre e, stante il numero, è da aspettarsi che qualcuno esporti la pratica criminale altrove. Gli importi sono bassi e si tratta di dinamiche da microcriminalità, ma se qualcuno estende l’idea, potrebbero sorgere dei problemi importanti soprattutto per i tabaccai.

Tenuto conto che la Lombardia è a due passi, tratto dal sito Tio il portale del Ticino, vi riportiamo l’articolo sulla vicenda:

30/10/2014 – 16:26

Spaccata al ristorante Campagna. “È una banda?”

Con una fiamma ossidrica rubano i soldi nei distributori di sigarette: “16 episodi solo nel mese di ottobre”

Articolo di d.m.

CUGNASCO-GERRA – Hanno forzato una finestra, quindi, con l’ausilio di una fiamma ossidrica, sono riusciti ad aprire il distributore di sigarette rubando il denaro in esso contenuto. È quanto accaduto presso il Ristorante Campagna di Cugnasco.

A confermarci l’accaduto, oltre alla polizia, è proprio il titolare dello stesso esercizio: “Hanno forzato la finestra posteriore, quindi si sono introdotti nel ristorante per scassinare l’apparecchio delle sigarette. Hanno usato una piccola fiamma ossidrica”.

Insomma, un bottino facile per i malviventi…

Il ristoratore, ovviamente, non è sereno. Anche perché, ci spiega, il fenomeno è tutt’altro che isolato: “Come mi ha spiegato il tecnico che è venuto per la manutenzione del distributore danneggiato, sono circa 16 gli episodi analoghi avvenuti nel solo mese di ottobre… Sarà una banda?…

Corsivo a cura di Prevenzione Rapine e Furti

Facebookyoutube
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pubblicato il: 31 ottobre 2014 alle 9:38 am

CLOSE