Rapina con selfie… condanna sicura!

I selfie non vaanno d’accordo con una rapina… . Avevamo appena finito di segnalare una vicenda che coinvolgeva minorenni in un analogo territorio, quando abbiamo letto una curiosa vicenda relativa ad una “ordinaria” rapina in banca con il taglierino, effettuata da un ragazzo appena maggiorenne, i cui denari esibiti al bar hanno attirato l’attenzione di un minorenne, che ha esibito una banconota da 500 Euro in un “selfie”.

RapinaCerignolaCredem

Immagini a cura di Prevenzione Rapine e Furti

Una pesante prova a carico del rapinatore che, assieme alle altre raccolte dai Carabinieri, potrebbe portare alla inevitabile condanna.

Colpisce la leggerezza e l’assoluta sconsideratezza del comportamento di molti adolescenti, o appena maggiorenni, che evidentemente compongono un pericoloso tessuto criminale dell’area pugliese.

Peraltro, che il tema delle rapine in Puglia sia al centro dell’attenzione non sorprende e, quindi, non è strano che alcuni delinquenti in erba inizino la loro carriera criminale con azioni dimostrative e, diremmo, puerili (forti della quasi impunibilità derivante dal disastro del sistema giudiziario) per giungere, nel tempo, a comportamenti ben più gravi.

Dal sito del Corriere del Mezzogiorno, riportiamo un articolo di:

«Selfie» con una banconota da 500 euro i festeggiamenti dopo la rapina in banca

Arrestato 18enne. A farsi la foto un amico minorenne che non era a conoscenza del colpo avvenuto poco prima

 FOGGIA – …. E’ accaduto a Cerignola dove i carabinieri hanno arrestato …. di 18 anni ritenuto responsabile della rapina alla banca Credem messa a segno il 4 dicembre scorso. Secondo quanto emerso dalle indagini dei militari il giovane dopo essere giunto nei pressi dell’istituto di credito, a bordo di una bicicletta, è entrato nella banca e appena dentro si è coperto il volto con un passamontagna.

Pochi minuti a volto scoperto ma essenziali per essere “immortalato” dalle immagini del servizio di videosorveglianza della banca. Il giovane ha poi minacciato i clienti e i dipendenti con un taglierino fuggendo poi con tremila euro. Riconosciuto dai carabinieri … poche ore dopo il colpo, in un bar di Cerignola in compagnia di alcuni amici. Uno di questi, un minorenne, si era anche fatto un selfie con una delle banconote del bottino della rapina.

09 dicembre 2014
Corsivo di Prevenzione Rapine e Furti
Facebookyoutube
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pubblicato il: 10 dicembre 2014 alle 9:43 am

CLOSE