Spaccata con camion. Bancomat sradicato e banca sventrata

Un’altra banca sventrata. Purtroppo il modus operandi adottato è ormai tipico per attacchi del genere. Si parte con l’impiego di un mezzo pesante come ariete (in questo caso un camion) per sfondare le vetrate dell’istituto di credito e, successivamente, si procede allo sradicamento del bancomat. Risultato: Banca sventrata e mezzo forte predato, con all’interno circa 10.000 euro.

Immagini di repertorio a cura di PRF

Immagini di repertorio a cura di PRF

L’articolo che vi proponiamo sotto riferisce che le vetrate della filiale erano antisfondamento, ma poco sono servite contro la potenza dell’impatto con un camion. Forse, nel caso in questione, l’installazione di barriere antisfondamento e di un adeguato ancoraggio del bancomat avrebbero evitato (o quantomeno contenuto) il fatto. Riportiamo qui e qui due fatti simili avvenuti pochi mesi fa (esito: banca sventrata anche il quel caso).

Dal sito di avellinotoday riportiamo l’articolo della Redazione (altre notizie qui):

Assalto alla filiale Unicredit di via Francesco Tedesco

I malviventi, utilizzando un camion – ieri tra le 3 e le 4 – hanno sfondato una delle porte con vetri blindati dell’istituto di credito e hanno tentato di portare via il bancomat

Assalto all’agenzia dell’Unicredit di Borgo Ferrovia … I malviventi, utilizzando un camion – ieri tra le 3 e le 4 – hanno sfondato una delle porte con vetri blindati dell’istituto di credito e hanno tentato di portare via il bancomat.

Il furto con spaccata, preparato nei dettagli: la cassaforte presa di mira, infatti, conteneva circa 10000 euro.

I malviventi – dal lavoro svolto e dai rumori sentiti da alcuni testimoni si può dedurre che fossero almeno in quattro – dopo avere sfondato la porta a vetri, dove è posizionato il bancomat con l’intento di prelevare il contante …

La vetrata blindata, nonostante che il vetro avesse uno spessore di alcuni centimetri, è stata sventrata. Secondo gli inquirenti, è stata centrata con un camion. Il contraccolpo ha fatto crollare una parte del cordolo in marmo sopra la porta. Scardinata anche una parte dell’insegna in metallo sulla facciata dell’istituto di credito. Indagini in corso per risalire agli autori che sono fuggiti con il malloppo.

Corsivo di Prevenzione Rapine e Furti

Facebookyoutube
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pubblicato il: 4 marzo 2016 alle 10:30 am

CLOSE