Strana coppia alla Bonnie&Clyde rapina gioielleria

Il modus operandi è sempre lo stesso: entrano all’interno, si fingono clienti e al momento giusto estraggono l’arma e svuotano la cassaforte. Questo è quanto successo in una gioielleria a Napoli il 28 gennaio scorso.

BonnyClide

Le immagini della rapina fonite dai Carabinieri

Fino a qui, tutto più o meno nella norma. La cosa strana, però, è che le riprese delle telecamere mostrano che uno dei rapinatori (“Clyde”), dopo essersi impossessato del malloppo, si è fermato a socializzare con il titolare della gioielleria mentre la donna (“Bonnie”) lo aspettava fuori per poi fuggire… quasi come se fossero amici di vecchia data. Ad ogni modo, la vicenda si conclude con l’arresto nei confronti dell’uomo e della donna, sua complice.

Se non di Sindrome di Stoccolma si tratta… quasi!

Qui il firmato su youtube.

Dal sito di Askanews riportiamo l’articolo della Redazione:

Coppia rapina una gioielleria di Napoli e fa amicizia con il gioielliere

La scena ripresa dalle telecamere: “Sindrome di Stoccolma”

… Una rapina curiosa, sia per gli autori sia per l’evoluzione che c’è stata con la vittima, ha coinvolto un gioielliere … di Napoli. … il titolare da un lato, una coppia di rapinatori alla “Bonnie & Clyde” dall’altro. Lui e lei entrano nella gioielleria, si fingono clienti e guardano i monili. Poi lui estrae una pistola, minaccia il titolare mentre lei svuota la cassaforte. La donna esce con il bottino ma il rapinatore si attarda nel negozio e comincia a socializzare con la vittima. Le riprese mostrano i due mentre chiacchierano e, addirittura, il rapinatore che mostra il suo documento. Poi si stringono la mano in segno di saluto. Peccato che, intanto, i passanti si siano resi conto di quanto sta avvenendo nella gioielleria e abbiano chiamato i carabinieri … che intervengono. Il rapinatore scappa e viene inseguito fino a essere bloccato. Gli viene trovata addosso una 7,65 con matricola abrasa, colpo in canna e altri 4 nel caricatore. Si tratta di G. M, 30enne napoletano, già noto alle forze dell’ordine … Dovrà rispondere di rapina aggravata, porto e detenzione di arma clandestina. Ulteriori indagini hanno poi permesso di identificare la complice, una napoletana 38enne che si è costituita presso la stazione di Poggioreale …

Corsivo di Prevenzione Rapine e Furti

Facebookyoutube
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pubblicato il: 30 gennaio 2016 alle 9:42 am

CLOSE