Saccheggiato un famoso locale della movida lignanese

Saccheggiato un famoso locale della movida lignanese. Il furto è avvenuto qualche giorno fa. I ladri hanno scelto di agire in un periodo nel quale sapevano che il locale risultava essere chiuso (nel periodo invernale, molte attività commerciali delle zone turistiche rimangono chiuse).

Immagine sotto licenza free images

Immagine sotto licenza free images

Il bottino è di circa diecimila euro, tra materiale tecnologico, televisori e computer presenti all’interno. Non è da escludere il fatto che i malfattori conoscessero bene cosa potevano trovare; molto probabilmente hanno frequentato il locale durante il periodo estivo, rendendosi conto di quali materiali potevano essere lasciati permanentemente all’interno durante il periodo di chiusura.

Purtroppo non erano presenti misure di sicurezza in grado di non far entrare i furfanti (sembra che il locale sia già stato preso di mira a ferragosto dell’anno scorso); i malviventi sono riusciti ad entrare scassinando una porta sul retro e, come se non bastasse, la telecamera che poteva riprendere i malfattori non era in funzione. Ritorna il tema della protezione del perimetro.

Dal sito del messaggeroveneto.gelocal riportiamo l’articolo di Viviana Zamarian:

Furto da diecimila euro al Tango Cafè

Lignano: i ladri hanno agito durante il mese in cui il locale era chiuso, molto probabilmente di notte

LIGNANO. Hanno agito durante il mese in cui il locale era chiuso, molto probabilmente di notte. Riuscendo a introdursi all’interno del locale dopo aver scassinato la porta sul retro.

I ladri sono entrati in azione al “Tango Cafè” di Sabbiadoro dove hanno razziato materiale tecnologico, due televisioni, un personal computer per un valore complessivo di circa 10 mila euro.

È stato il responsabile … ad accorgersi del furto appena entrato nel locale tre giorni prima della riapertura in vista della gara di Enduro lo scorso fine settimana.

Questa è la seconda visita dei malviventi nell’arco di sei mesi. A Ferragosto infatti avevano preso di mira la cassaforte ma non erano riusciti a sottrarre nulla.

Ora i gestori aumenteranno il numero delle telecamere di videosorveglianza (purtroppo quella presente e che avrebbe potuto fornire agli uomini dell’Arma le immagini che ritraevano l’autore o gli autori del furto non era in funzione) e le misure di sicurezza.

Probabilmente i ladri erano alla ricerca di denaro contante oppure è possibile che abbiano agito sapendo di trovare all’interno del Tango Cafè tv e materiale tecnologico di vario tipo.

Corsivo di Prevenzione Rapine e Furti

Facebookyoutube
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pubblicato il: 7 marzo 2016 alle 10:11 pm

CLOSE